Home Page BigGame.it 

Indice Maree e Fasi Lunari

    Rubrica Maree   :::   Aprile - Maggio 2014

  
   NEWS

Maree dei Porti Italiani

 

Stretto di Gibilterra:

- Gibilterra maree

- Tavole maree Mediterraneo

 

Anticipi in minuti rispetto alla marea di Ravenna

• Trieste - 55 min.

• Grado Porto - 45 min.

• Lignano - 35 min.

• Venezia Porto - 15 min.

• Chioggia - 5 min.

Ritardi in minuti rispetto alla marea di Ravenna

• Cesenatico - 5 min.

• Rimini - 10 min.

• Riccione - 15 min.

• Pesaro - 20 min.

 

L'onda di marea viaggia in senso antiorario lungo le coste adriatiche alla velocità di circa 120 km in un'ora ovvero 2 km al minuto; a questo punto si può calcolare l'anticipo della marea lungo le coste istriane ed il ritardo lungo la costa adriatica. Nelle zone lagunari questo ragionamento non é valido a causa dei fondali più bassi che fanno propagare la marea a velocità minori (pochi chilometri all'ora).

 

x Abruzzo - Pescara

Prendendo a riferimento i dati di Ancona, calcorare un ritardo di circa 90 minuti sugli orari di alta marea.

 

 

 

Liguria:

- Imperia

- Genova

- La Spezia

 

Toscana :

- Livorno

 

Lazio :

- Civitavecchia

- Gaeta

 

Campania :

- Napoli

- Ischia

 

Sardegna :

- Cagliari

- La Maddalena

- Carlo Forte

 

Sicilia:

- Palermo

- Marsala

- Milazzo

- Messina

- Catania

- Porto Empedocle

- Mazara del Vallo

- Taormina

 

Isole Lipari:

- Lipari

 

 

Stretto di Messina:

- Villa San Giovanni

- Capo Peloro

 

Calabria :

- Reggio Calabria

- Tropea

 

Puglia :

- Taranto

- Otranto

- Brindisi

- Vieste

 

Abruzzo :

- Pescara ; Ved. Vieste

 

Marche :

- Ancona

 

Emilia-Romagna:

- Porto Corsini

 

Veneto :

- Venezia

- Chioggia

- Malamocco

 

Venezia-Giulia:

- Trieste

- Grado

 

Corsica :

- Ajaccio

 

 

 

Le Maree indicate per i vari porti italiani sono per l’uso esclusivo della pesca sportiva, e non da considerarsi per la navigazione.

Le ore vengono indicate come :

CORRENTI

Non bisogna cioé aggiungere un'ora (o due ore nei periodi di ora legale - periodo estivo)

 

Le ore indicate nelle tabelle di marea sono relative al culmine dell'alta o bassa marea, mentre a fianco degli orari vengono indicate delle misure che indicato il + o il meno della variazione di marea rispetto al punto "0".

Gli orari indicati possono subire variazioni a causa di eventi meteorologici (stato del mare, forza del vento) che possono verificarsi in loco ma anche nelle acque contigue a queste.

In epoche antiche per determinare l'ora si faceva uso della meridiana, poi subentrarono i fusi orari il cui inventore é stato un italiano, Giuseppe Barilli nel 1858 che li indicò come ore longitudinali. L'invenzione fu però attribuita ad un canadese 20 anni dopo, quando ne diede notizia.

Ufficialmente i fusi orari furono impiegati ed adottati dal Congresso di Washington nel 1884, nel numero di 24 per 15 gradi ciascuno, 360° in totale. L'italia li adotto circa nove anni dopo.

E questa era la vera ora solare che adesso viene chiamata ora legale, quella che vige nel periodo estivo é l'ora estiva o meglio l'ora legale estiva.

Gli orari di alta e bassa marea vengono ottenuti sommando o sottraendo agli orari di alta e bassa marea di Gibilterra (porto campione) un delta orario, ore e minuti, che sono fisse per ogni porto, le cosidette differenze tabulate.

 

 

 

Aprile - 2014