Home Page BigGame.it 

Indice Maree e Fasi Lunari

    Rubrica Maree   :::   Le correnti

  
   NEWS

Le Maree e le correnti

 

 

Distribuzione delle maree

Le maree hanno in aperto oceano ampiezza modesta, valutabile in pochi decimetri (25-30 cm a Honolulu, 30-50 cm all'isola Mauritius. ecc); valori più elevati si producono invece presso le coste per effetto della morfologia dei fondali.
In media l'oscillazione di marea misurata su tutta la superficie oceanica è compresa tra 1 e 2 m.
Le più forti escursioni di livello si hanno per l'Europa sulle coste della Bretagna (Saint-Malo, Granville e altre località) con valori medi di 10 m; maree ancora più alte si registrano sulle coste canadesi atlantiche tra la Nuova Scozia e il continente (baia di Fundy) con oltre 15 m, dell'Argentina meridionale (Porto Gallegos) con 14 m, ecc.
Nel Mediterraneo le oscillazioni sono modeste, dell'ordine di qualche decina di centimetri (21 cm a Marsiglia, 55 a Tunisi); fanno eccezione le maree superiori al metro, del golfo di Gabès e di alcune località dell'alto Adriatico (Trieste).
L'innalzamento del livello del mare in una zona e il conseguente abbassamento di un'altra di uno stesso bacino o tra bacini contigui implicano lo spostamento ritmico di ingenti masse d'acqua, che si manifesta con la formazione delle correnti di marea.
Tra escursioni di livello e flusso di corrente si ha uno sfasamento di 1/4 di periodo; inoltre le correnti risentono degli attriti e dell'azione geostrofìca. In genere sono unidirezionali, ma possono anche presentare carattere giratorio attorno ai punti anfìdromici. La velocità di norma è dell'ordine del nodo, ma in condizioni particolari arriva a punte di 10-15 nodi.

 

Marea atmosferica

Si manifesta con variazioni periodiche della pressione atmosferica. Le maree atmosferiche dipendono, oltre che dall'azione gravitazionale luni-solare, anche dall'effetto del riscaldamento e del raffreddamento dell'aria.
Per questo motivo il Sole ha per le maree atmosferiche maggiore importanza. Si hanno due minimi e due massimi di pressione al giorno di entità variabile con la latitudine del luogo. Rispetto alla pressione normale, le variazioni sono dell'ordine di 0,3 mbar ai Poli e di ca. 1,5 mbar nelle fasce tropicali.

 

Marea terrestre

È una conseguenza dell'attrazione luni-solare sulla crosta terrestre che, non essendo perfettamente rigida, risponde alle sollecitazioni con deformazioni elastiche.

Le maree terrestri, di piccola entità e di difficile determinazione per l'esistenza della concomitante variazione di livello del mare, si manifestano con periodiche variazioni della direzione della verticale e dell'accelerazione di gravità.

 

Le correnti marine

Le correnti marine sono enormi masse d'acqua mosse da un lento moto continuo dovuto a diversi fattori

1) Le acque tendono a ristabilire l'equilibrio idrostatico turbato dalla diversità di riscaldamento solare alle diverse latitudini, che ne modifica ovviamente la temperatura, ma anche la salinità e quindi la densità.

2) Un altro fattore che influenza le correnti marine é la rotazione terrestre, che determina i sensi di circolazione delle masse acquee. La circolazione è simmetrica nei due emisferi: dall'equatore si muovono due correnti calde, equatoriale con direzione nord e sud, dirette da Est verso Ovest e sospinte dagli alisei, le quali incontrando le coste dei continenti si flettono verso le latitudini superiori lambendole e cedendo loro man mano grandi quantità di calore che ne influenzano benevolmente il clima.

Le loro acque progressivamente si mescolano alle masse fredde e per compensazione ritornano verso l'equatore (correnti di ritorno), lambendo altre coste continentali ed influenzandone il clima con abbassamento della temperatura media.
3) Altri fattori che agiscono sul moto delle correnti marine sono le differenze della pressione atmosferica (l'alta pressione produce un vero e proprio abbassamento anche se minimo del livello delle acque) e, nelle vie di comunicazione tra mari aperti e mari interni, inoltre anche le differenze di densità delle acque e i flussi delle maree.

 

( Inizio articolo»» )

 

 

 

Febbraio - 2007